fbpx
 

Allarme casa RiscoImpianto allarme casa, perché non sceglierlo alla leggera

11 Dicembre 2020by admin0
https://www.synergytechnology.it/wp-content/uploads/2020/12/sfondo-modulo-allarme.jpg

Impianto allarme casa, perché non sceglierlo alla leggera

L’aumento dei furti nelle abitazioni è ormai un dato certo, ed è in continuo aumento, le effrazioni nelle proprietà private sono addirittura più che raddoppiate negli ultimi 10 anni.

Secondo alcuni studi, le abitazioni costituiscono il bersaglio primario, un obiettivo facile anche per il ladro improvvisato o poco esperto, i furti in appartamento non richiedono particolari competenze in termini di scasso e raramente il malvivente si trova in una situazione di contatto con il derubato.

Decidere di tutelare la propria sicurezza è diventato indispensabile, ma la verità è che, se si sceglie d’investire, è buona cosa accertarsi della qualità dell’impianto di allarme casa che si va ad installare.

Sì perché, a dispetto di quanto pensano in molti, anche l’installazione degli impianti di allarme casa o dei sistemi di videosorveglianza è soggetta a normative specifiche che ne regolano la progettazione e l’utilizzo.

Se desideri poter contare su un impianto sicuro, realizzato con componenti
idonei ed installato a regola d’arte bisogna rivolgersi ad un professionista.

Per questo motivo, l’installazione di un qualunque impianto di sicurezza dovrebbe essere affidata esclusivamente ad imprese in possesso di determinate abilitazioni, in grado, al termine dei lavori, di rilasciare la dichiarazione di conformità sugli impianti installati.

Sappiate, però, che il grado di sicurezza che un antifurto può offrirvi non si basa solo sul tipo e sulla qualità delle componenti utilizzate, ma per buona parte è il frutto di uno studio attento da parte di qualcuno del mestiere, che sappia individuare nel migliore dei modi i possibili punti di intrusione, tenendo conto delle “criticità” specifiche per ogni abitazione.

Come è composto un impianto di allarme professionale

Per avere un sistema d’allarme montato alla perfezione è bene rivolgersi a professionisti specializzati. Ma è buona cosa essere informati sul suo funzionamento base.

Vediamo insieme come è composto un impianto di allarme:

Molto schematicamente, un sistema di allarme è composto da una centrale, dalle periferiche di ingresso (i sensori), dalle periferiche di uscita (la sirena ed il combinatore GSM) e di uno o più dispositivi di comando (tastiera, Smartphone e radiocomando).

La centrale. La centrale è il cervello del sistema e, come la scheda madre per un computer, è la parte che elabora tutti i segnali in ingresso e in uscita: analizzando quanto viene comunicato dai vari sensori, elabora le informazioni e, se necessario, genera gli allarmi.

Le periferiche di ingresso. Le periferiche di ingresso sono gli occhi del sistema. Vi sono diversi tipi di sensori, a seconda del tipo di protezione richiesta.

I più comuni sono: sensori a doppia tecnologia, contatti magnetici per porte e finestre e barriere perimetrali. A loro volta, le diverse tecnologie elencate si dividono in sensori volumetrici, sensori per interno, sensori per esterno, sensori a soffitto, etc.

Le periferiche di uscita. Le periferiche di uscita sono la voce del sistema di allarme.

La classica periferica d’uscita è la sirena da interno o da esterno, oppure la chiamata o il messaggio inviato al tuo cellulare per avvertirti.

I dispositivi di comando. I dispositivi di comando servono per attivare e disattivare l’impianto.

I più classici dispositivi di comando sono le tastiere, le chiavi elettroniche e i radiocomandi e Smartphone.

Insomma, come avrai capito, per scegliere un impianto di allarme sarebbe meglio affidarsi a professionisti, in grado di consigliare il sistema e i prodotti migliori sulla base delle tue necessità e di rilasciare la dichiarazione di conformità.

Continua a seguirci per sapere quali sono le tipologie di allarme che il mercato offre, le loro caratteristiche e tanto altro.

 

allarme casa

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.